to top

Giovanni Crescenzi. Intervista al fashion designer emergente campano

Tra le cose che amo di più di questo lavoro, è quello conoscere e dialogare con stilisti emergenti come Margherita Peselli, Claudia Danna e Federico Barrazzo con il suo brand The B. Giovani pieni di creatività, che raccontano la loro storia attraverso la realizzazione di collezioni moda uniche e originali.

Oggi vi guido alla scoperta di un designer partenopeo: Giovanni Crescenzi. Classe 1994. Un nuovo talento della moda che realizza abiti e accessori handmade, pezzi unici e su richiesta. Giovanni ha da poco terminato a pieni voti la Laurea Triennale in Fashion Design e ha davanti una lunga carriera. Mi ha raccontato di sé e della sua collezione denominata “Connessioni”. Predilige i tagli definiti e utilizza materiali e tecniche innovative. La sua visione è proiettata verso uno stile futurista e oltre ogni idea di tendenza.

Giovanni Crescenzi. La storia

  • Ciao Giovanni, prima di tutto raccontami di te. Come e quando hai capito che la tua strada era la moda?

Quella per la moda è una passione che ho sin da piccolo. Essa mi catturò definitivamente quando, all’età di 10 anni, ammirai per la prima volta, dei disegni di abiti realizzati da mia madre. Subito dopo iniziai a riprodurli, ma con il passare del tempo, cominciai a disegnare degli abiti interamente progettati da me.

  • La tua primissima creazione?

La mia prima creazione, non è stata un abito ma un accessorio, esso prende il nome di CUT ed è un collare/scultura indossabile in acciaio tagliato a laser.

giovanni crescenzi stilista pure gold magazine

  • Che percorso di studi hai affrontato per diventare stilista?

Nonostante la decisione di frequentare il Liceo Scientifico, non ho mai abbandonato questa passione che mi ha portato a frequentare il corso triennale di Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, che ho da poco ultimato.

  • 3 aggettivi che definiscono il tuo stile?

Minimale, Geometrico e Avanguardista.

Giovanni Crescenzi. La collezione

  • La tua ultima collezione si chiama Connessioni. A cosa, o a chi ti sei ispirato per realizzarla?

Connessioni” esplica la mia visione del concetto di preziosità. Concetto che va ad inserirsi all’interno della breccia aperta da Gijs Bakker, dando maggiore importanza all’idea del progetto, conferendo un maggiore valore ad un metallo di uso comune mediante alcune lavorazioni che sfruttano le tecnologie disponibili sul mercato.

La collezione, composta da 3 abiti/accessori, parte dalla progettazione di strutture realizzate in acciaio. Seguendo un’estetica geometrica, ogni abito presenta un perimetro ben delineato, configurando le figure del cerchio, del triangolo e del rettangolo. All’interno di queste sono stati poi predisposti dei punti magnetici. Questa caratteristica genera un’interazione tra abito e fruitore, che può decidere di renderli più corti, pieghettatti e di togliere e mettere tasche, offrendo l’opportunità di creare “nuove forme possibili”.

giovanni crescenzi stilista pure gold magazine

  • La donna e l’uomo ideale che indossa i tuoi abiti?

Indipendentemente dal sesso, l’utente ideale per i miei abiti è colui che ha voglia di sperimentare ed andare “oltre”.

  • C’è un sogno che sei riuscito a realizzare?

Più che sogni a me piace definirli obiettivi, e ne ho già realizzati alcuni, tra i quali hanno più rilievo il conseguimento della laurea triennale in Fashion Design con il massimo dei voti e l’inclusione nel c.d.a. Di Cavaliere Atelier, che è un laboratorio di progettisti, artisti e sognatori uniti dalla passione per il design e dalla ricerca continua del bello.

giovanni crescenzi stilista pure gold magazine

  • Invece, il tuo desiderio più grande ancora non avverato?

Il mio desiderio più grande è quello di avere un vero e proprio brand, con il quale produrre collezioni di abiti, accessori ed oggetti che soddisfino la mia costante voglia di innovare.

  • I tuoi progetti per il futuro?

In primis, aumentare il mio bagaglio culturale, continuando gli studi all’estero nel campo del Fashion Design, per poi estenderli ad altri rami del Design e cercare di avere una prima esperienza nel mondo lavorativo entrando a far parte di qualche azienda.

giovanni crescenzi stilista pure gold magazine

  • Dove si possono ammirare le tue creazioni?

Potete guardare il mio profilo sul portale Not Just Label: QUI

  • Per acquistarle?

Le mie creazioni, essendo uniche, non hanno una vera e propria produzione, sono realizzate su misura, quindi potete contattarmi in privato via mail a: [email protected]

giovanni crescenzi stilista pure gold magazine

La collezione Connessioni è stata realizzata in collaborazione con Cavaliere Atelier e GC Design. PHOTO: Marcello Nespolino – 3D ARTIST: Raffaele Micillo – MODEL: Natalia Kalinowska – MUA: Rossella Sicignano – STYLING: Claudia Imperatore

 

 

 

 

 

Un articolo di Ida Ruggiero pubblicato il 28 Dicembre 2016 e modificato l'ultima volta il 16 Gennaio 2017
Avatar

Ida Ruggiero

"Classe 1982. Napoletana verace. Dopo esperienze nel campo della moda come fashion designer e web writer per diverse testate e magazine on line, finalmente mi sono decisa a creare qualcosa di mio. Pure Gold Magazine incarna perfettamente ciò che amo: le mie passioni e la mia voglia di sperimentare. Un “luogo” di espressione dove convergono tutte le forme d'arte".

Commenta

Prima di utilizzare il sito leggi la nostra informativa sulla privacy Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Altro... Moda
chiara perrot puregold magazine
Chiara Perrot. La collezione DearZ p/e 2017

Una collezione fresca e decisa, ricca di dettagli. Oggi, i riflettori sono puntati tutti sulla stilista Chiara Perrot, e io...

Chiudi