to top

Dal mondo del cappello: brand emergenti e visioni innovative

Il cappello, questo straordinario, elegantissimo oggetto di vestiario che ha caratterizzato ogni epoca del nostro vivere. Portato con orgoglio per secoli, con fantasia nelle forme più bizzarre e impensabili al nostro occhio. Abbandonato dalle nuove generazioni degli anni ’60/70 del Novecento – eccetto in paesi come la Gran Bretagna o l’ America dove tale uso è più radicato -, da qualche anno compie i passi della sua ricomparsa, in tutte le passerelle e in tutte le strade, tra la gente comune e non. Tutti indossano un cappello, tutti ne possiedono almeno uno. Le possibilità  di forma e colore sono illimitate, e c’è chi per noi, sa navigare questi venti, reinventando uno degli accessori più distintivi e raffinati per eccellenza. Vita quotidiana di un cappello nel mondo di oggi! Ecco come sarebbe:

Magici e strabilianti i cappelli di Soresen-Grundy

cappello sorensen grundy

È londinese il marchio creato da Dan Soresen e Sara Grundy. Dal 1999, i due partners e creatori di cappelli, realizzano le loro splendide creazioni e producono per il teatro, la televisione e il cinema. Hanno collaborato nel mondo della moda con gli Stilisti Paul Smith e Stephen Jones. I loro cappelli spiccano nel film Pirati dei Caraibi,  perfino in Tomb Raider  – the Cradle of Life -! Le creazioni storiche per film e spettacoli in costume sono precise e molto graziose, con declinazioni anche fantasiose e dark, come The Woman in black. Ispirazione dai classici del cinema inglese. Le proposte in galleria sono numerose e per tutti i gusti: bizzarre e un pò gotiche, piccoli cilindri, semi-berretti, e poi….avete mai messo in testa un nido con gli uccelli????  Da Soresen-Grundy si può!

cappello sorensen grundy

cappello sorensen grundy

Inquietanti, floreali, piumati…..esplorare queste creazioni è davvero divertente! Le loro idee e trovate fantasiose  e ironiche non hanno mai smesso d colpire e incuriosire, dalla stampa locale fino a noi. Collezioni speciali, impalcature da sogno…ed è subito cinema, ed è immediatamente Wonderland!

Un favoloso laboratorio, quello di Sara e Dan. Creazioni esclusive e magiche, che trasportano in dimensioni dove non c’è limite alla fantasia.

“Ma che cappello mi prende?”

(Cappellaio Matto, Alice in Wonderland)

 

 

I cappelli Superduperhats

La magica storia di questa casa produttrice apre il suo sipario dopo la scoperta di una forma di legno per fabbricare cappelli. Tre ragazzi: Veronica e Ilaria Cornacchini, Matteo Gioli. Si  sono messi in gioco, intraprendendo per la prima volta la strada dell’artigianalità e del lavoro fatto amano. Grande amore e passione per cappelli e artigianalità: ogni creazione è completamente realizzata a mano e frutto di ore di lavoro per trasformare le materie prime di ottima qualità, in un accurato lavoro artigianale, un prodotto di alta qualità. Firenze come quartier generale.

cappello superduper hats

Dal 2012 il brand ha una vera e propria produzione attiva e collabora con vari nomi di arte e design, come per esempio Vivetta, Stella Jean, The Kooples e molti altri. Nel 2013 il brand partecipa e vince il concorso “Who’s  on the Next”, di cui abbiamo parlato di recente riguardo i brand genderless. Ma si tratta di un concorso aperto, come posiamo vedere, a ogni idea e  categoria. Il brand riceve inoltre una menzione speciale da Franca Sozzani in persona. Nel 2014 Superduper presenta la sua collezione di cappella all’apertura dell’evento Pitti Uomo, a Firenze. Dal 2016 disegnano anche abiti.  Distribuiscono ormai in numerosi negozi e vendono soprattutto all’estero.

cappello superduperhats

cappello superduper hats

Cappelli eleganti, classici, da uomo, in lana e  feltro, berretti e cappellini sportivi, coppole casual con fantasie lavorate, creazioni maschili in paglia dal gusto squisito e colori neutri e chic. E’ il caso di dire, eleganza senza tempo. Incontriamo, sul loro sito in vendita online, creazioni da donna assolutamente unisex, cappelli classici e sportivi. paglia e copricapi in stoffa, drappeggiati come turbanti. Per rendere squisitamente chic ogni outfit. Un’idea di grande successo.

 

Move. Officine del cappello

cappello move officine del cappello

Marchio creato da Massimiliano Amicucci, creatore di cappelli per il cinema, le cui creazioni sono le più richiesta per il costume di scena a livello internazionale. Una lunga carriera ed esperienza, si traduce in questo brand volto a reinventare e dare nuove caratterizzazione alle classiche forme dell’oggetto in questione, ovvero il cappello. Move nasce nel 2010, ispirato a “movie”, cioè film. Nasce dall’idea di Massimiliano  di fondere la sua preziosa esperienza nel cinema e nel teatro con la sperimentazione moderna. Sherlock Homes, 007, Hugo Cabret, pellicole che insieme a tante altre vestono i suoi cappelli.

cappello move officine del cappello

Cappelli totalmente e squisitamente fatti a mano dal design spettacolare. Ogni cappello ha uno stile unico, forte personalità nel design e riesce ad attribuire un tocco nuovo, accattivante, anche alle forme più classiche. Cinquanta fasi di lavorazione per ogni pezzo, assolutamente made in Italy. Materiali naturali e veri e propri elementi di design sono impiegati per le creazioni, che subiscono vari processi personalizzati. Invecchiamenti, cuciture, piume, spille e altri pregiati elementi decorativi , rendono i cappelli artigianali Move davvero particolari. Ciò che caratterizza le creazioni di Massimiliano, è, soprattutto, la ricerca del dettaglio,  grande capacità manuale e una rigorosa, accurata ricerca storica. Prodotti di arte sapiente, ammirabili nella Galleria Move online.

Cosa aggiungere?

“You can leave your hat on”

(Joe Cocker)

Dal mondo del cappello: brand emergenti e visioni innovative
5 (100%) 1 vote[s]
Un articolo di Daniela Astorino pubblicato il 13 Luglio 2017 e modificato l'ultima volta il 18 Luglio 2017
Daniela Astorino

Daniela Astorino

"Stilista, disegnatrice e costumista per il cinema e il teatro. Nel tempo libero adoro dipingere e organizzare eventi a tema. Amo il vintage e il riciclo. Approdata alla redazione di Pure Gold Magazine per sperimentare nuovi linguaggi per l'arte e la moda, in uno spazio nuovo, aperto e creativo".

Prima di utilizzare il sito leggi la nostra informativa sulla privacy Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Altro... Moda
jurta
Jurta e la moda reversibile. Collezione p/e 2018. Noi c’eravamo!

Nella splendida cornice dell'Hotel Le Rocce di Agerola, abbiamo assistito alla presentazione primavera/ estate 2018 del brand made in Italy...

Chiudi